La costruzione della centrare termoelettrica presso Banovici potrebbe cominciare nella primavera del prossimo anno, informa Sarajevo Times.

Le licenze necessarie dovrebbero essere rilasciate entro la fine del 2017; la durata prevista dei lavori sarà di circa cinque anni, per un investimento del valore di 520 milioni di euro. La centrale di Banovici ha ottenuto la priorità rispetto a un altro progetto, a Tuzla, perché le attività sono condotte in modo più veloce e ci sono differenze nel valore dell´energia e del carbone: Fadil Novalic, primo Ministro della Federazione di Bosnia ed Erzegovina (una delle due entità che compongono la Bosnia ed Erzegovina, assieme alla Republika Srpska) ha sottolineato che il carbone di Banovici ha un valore energetico più elevato e può quindi portare a maggiore efficienza; inoltre è meno costoso: un megawatt presso Banovici costa 43 euro, contro i 52 di Tuzla.

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo