• 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
La Banca Cinese di Sviluppo è pronta ad investire 30 miliardi di dollari in vari progetti su scale globale: trai Paesi interessati dal progetto vi è anche la Serbia, dove la Banca è pronta ad investire in infratrutture, energia e agricoltura. Il piano è stato illustrato nei giorni scorsi agli imprenditori serbi, nel corso di una loro visita in Cina, accompagnati da una delegazione parlamentare e guidati dallo Speaker del Parlamento.


Le autorità cinesi hanno nell´occasione ribadito di continuare a offrire il proprio sostegno alla Serbia e che la Cina conta molto sulla cooperazione coi Paesi dei Balcani Occidentali; nel corso della visita sono stati firmati vari accordi bilaterali: tra questi, un prestito di 300 mlioni per la costruzione dell´impianto termico di Kostolac, un finanziamento da 10 milioni di juan per forniture mediche, una donazione da 5 milioni di juan per la formazione delle risorse umane.
I rappresentanti della Banca Cinese di sviluppo hanno mostrato interesse per il finanziamento e la realizzazione del Corridoio 10.

Secondo i dati della Camera di Commercio serba, la cooperazione con la Cina non riesce ancora a sfruttare il proprio pieno potenziale; nel corso del 2010 la Cina si è collocata al quarto posto nella graduatoria dei partner commerciali della Serbia, alle spalle di Germania, Russia e Italia.



Marcello Berlich

OUR SPONSORS

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo