• 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
E´previsto per la prossima estate l´arrivo in Serbia l´arrivo del primo tour organizzato per turisti cinesi, che segnerà un punto di svolta per il settore nel sudest europeo; organizzato dalla National Tourism Organization of Serbia (TOS),
il toru permetterà a circa 50 visitatori cinesi di passare cinque giorni e sei notti nell Paese.

Come altri Paesi europei, anche Serbia considera la Cina la prossima frontiera per lo sviluppo del settore turistico; il gigante orientale è gia oggi un player - chiave per il turismo a livello globale: secondo il Rapporto Annuale China Outbound Tourism Development 2012, pubblicato dalla National Tourism Administration and China Tourism Academy, sono stati circa 70 milioni i cinesi che hanno viaggiato all´estero durante lo scorso anno, con un incremento del 22 per cento rispetto al 2010.

L´affascinante itinerario organizzato per i turisti cinesi include la capitale Belgrado, sempre più rinomata a livello internazionale anche per le occasioni di svago e la vita notturna e Novi Sad, che ospita l´Exit Festival, uno dei più popolari eventi musicali a livello europeo. Le attrazioni incluse nel tour includono il Castello Kalemgdan di Belgrado e la Fortezza Petrovaradin di Novi Sad.

I rapporti tra Serbia e Cina sono di vecchia data e risalgono all´espoca dalla Jugoslavia di Tito, alleata della Cina; la figura del vecchio dittatore era ben conosciuta in Cina negli anni ´70: per i turisti cinesi è stata quindi organizzata anche una visita presso il Mausoleo di Tito.

Al fine di accogliere al meglio i nuovi visitatori, il personale degli alberghi e dei ristoranti dove verranno ospitati ha ricevuto un´adeguata formazione sulle loro abitudini, oltre ad imparare il cinese.



Marcello Berlich

OUR SPONSORS

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo