• Energie rinnovabili news

    photo by Jason Blackeye
    Read More
  • Energia solare

    photo by Gustavo Quepon
    Read More
  • Energie rinnovabili news

    photo by Jason Blackeye
    Read More
  • Energia elettrica

    photo by Arkady Lifshits
    Read More
  • Parchi eolici

    photo by Karsten Wurth
    Read More
  • La terra vista dal satellite

    photo by NASA
    Read More
  • Energie rinnovabili news

    photo by Jason Blackeye
    Read More
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
A Novembre 2011 è partita una vera rivoluzione nel settore dell´energia verde in Romania: dopo tre anni di attesa è proprio in questo mese che le normative di sostegno per la produzione di energia verde hanno prodotto effetti per gli investitori nel settore; con l´adesione all´Unione Europea, la Romania si è impegnata a raggiungere una serie di obiettivi, alcuni dei quali riguardano la produzione di energia rinnovabile, scrive l´ICE.

Secondo quanto stabilito nel 2020, il 38 per cento dell´energia elettrica consumata in Romania dovrà essere prodotta da fonti rinnovabili; gli investimenti in tale settore, essendo più costosi rispetto a quelli convenzionali, hanno portato all´elaborazione di un sistema di sostegno a favore degli investitori.
Fino al mese scorso funzionava un sistema di sostegno che prevedeva per ogni MWh di energia verde fornito in rete un certificato verde, indipendentemente dalla tecnologia utilizzata. Il valore di questo certificato è tra i 27 e i 55 euro.
Con la più recente applicazione della Legge 220/2008, il numero dei certificati verdi variano sostanzialmente secondo la tecnologia usata per la produzione.
Benché la legge fosse stata da tempo pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale, non ha mai prodotto effetti a causa della mancata approvazione della Commissione Europea che è arrivata solo quest´anno dopo una lunga serie di consultazioni e le conseguenti opportune modifiche apportate alla Legge.

I produttori riceveranno un numero diverso di certificati verdi a seconda il tipo di energia prodotta. In particolare:
a) per l´energia elettrica prodotta da centrali idroelettriche con potere fino a 10 MW:
(i) 3 certificati verdi per ogni MWh prodotto e fornito al consumatore, se l´impianto è nuovo;
(ii) 2 certificati verdi per ogni MWh prodotto e fornito al consumatore, se l´impianto è ritecnologizzato;
iii) un certificato verde per ogni 2 MWh, se l´impianto non subentra nelle summenzionate categorie;
b) per l´energia elettrica eolica - 2 certificati verdi, entro il 2017 e un certificato verde, dal 2018, per ogni MWh prodotto e fornito al consumatore;
c) 3 certificati verdi per ogni MWh di energia elettrica prodotta e fornita al consumatore e proveniente dalle seguenti fonti: geotermale; biomassa; bioliquidi; biogas; gas risultato dal trattamento dei rifiuti; gas di fermentazione dei fanghi provenienti dalle acque residue.
d) 6 certificati verdi per ogni MWh di energia elettrica solare prodotto e fornito al cliente.

Il valore dei Certificati Verdi (documenti che attestano una quantità di 1 MWh di energia elettrica prodotta da risorse rinnovabili di energia) si stabilisce attraverso due meccanismi di mercato: mediante contratti bilaterali tra produttori e fornitori;
mediante il mercato centralizzato, organizzato ed amministrato dall´OPCOM (Operatore romeno del Mercato dei Certificati Verdi).

Lo stato romeno ha previsto un budget di circa 10 miliardi di euro per sostenere l´energia verde nel prossimo decennio, somma che rappresenta il valore dei certificati verdi che, secondo le previsioni, saranno emessi in tale periodo.
Appena entrata in vigore, nel solo mese di novembre i produttori di energia eolica o solare hanno già guadagnato oltre 11 milioni di euro, mentre per il periodo gennaio - ottobre 2011, le somme totali registrate erano di circa 66 milioni di euro, secondo i dati Transelectrica.

I produttori finora accreditati dall´Autorità Romena di Regolamentazione dell´Energia (ANRE) sono circa 80, numero che comunque è stimato in crescita nei prossimi mesi secondo Adrian Borotea, Corporate Affairs Manager di CEZ Romania, il più grande investitore in parchi eolici fino a questo momento.



Marcello Berlich - by ICE.GOV.IT

OUR SPONSORS

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo