• Energie rinnovabili news

    photo by Jason Blackeye
    Read More
  • Energie rinnovabili news

    photo by Jason Blackeye
    Read More
  • Energia elettrica

    photo by Arkady Lifshits
    Read More
  • Energia solare

    photo by Gustavo Quepon
    Read More
  • Energie rinnovabili news

    photo by Jason Blackeye
    Read More
  • La terra vista dal satellite

    photo by NASA
    Read More
  • Parchi eolici

    photo by Karsten Wurth
    Read More
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
Verrà realizzato in Serbia il più grande parco solare del mondo: il futuro sviluppo delle energie verdi nel Paese è guidato più dalle politiche UE e dagli incentivi fiscali che non da una vera e propria vocazione ´verde´ dei cittadini e delle imprese.

Il progetto, che si estenderà su 3.000 ettari, verrà realizzato assieme alla società lussemburghese  Securum Equity Partners Europe, che vi investirà 2,5 miliardi di dollari; i lavori cominceranno a inizio 2013 per concludersi cinque anni dopo.

L´impianto porterà alla creazione di 3.000 nuovi posti nella fase di costruzione; 600 saranno invece gli addetti assunti in pianta stabile per la gestione; il terreno è stato concesso gratuitamente, ma il parco solare genererà entrate fiscali per circa 750 milioni. La Serbia è stata scelta perché il proprio territorio riceve circa il 40 per cento di sole in più rispetto agli atri paesi dell´Europa sudorientale e centrale.

Il settore delle energie rinnovabili non rappresenta tuttavia un priorità in Serbia, anche se le infrastrutture energetiche risentono ancora dei danni seguiti alla guerra del Kosovo del 1999; il Paese necessita di investimenti compresi trai 10 e i 200 milioni di euro per raggiungere gli standard UE; i prezzi dell´energia sono comunque tenuti artificiosamente bassi per merito calcolo politico, per le negative conseguenze che un aumento avrebbe sotto il profilo elettorale.
 
Il potenziale delle rinnovabili in Serbia è notevole, in particolare nei settori delle biomasse prodotte da scarti agricoli e forestali, ma anche nell´indroelettrico e nell´eolico; il megaprogetto solare, e le politiche portate avanti grazie ai fondi UE di pre-ammissione (IPA), si scontrano comunque con un clima non dei migliori per gli investimenti: in particolare manca la rete di sussidi presenti nei Paesi in cui il solare è in maggiore crescita, a cominciare dalla Germania; tale lacuna porta a scaricare il prezzo degli investimenti sui consumatori, scoraggiando gli investitori.



Marcello Berlich

OUR SPONSORS

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo