• Machu Picchu, Perù

    photo by Scott Umstattd
    Read More
  • Grotta in Brasile

    photo by Ademir Alves
    Read More
  • Pampas, Valdes Peninsula - Argentina

    photo by Cinthia Del Rio
    Read More
  • Rio de Janeiro, Brazil

    photo by Agustin Diaz
    Read More
  • Caffè brasiliano

    photo by Scott Umstattd
    Read More
  • Curvas do Parque Nacional de Anavilhanas

    Rio delle Amazzoni, Brasile
    Read More
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
Grandi opportunità per le imprese italiane del settore agroalimentare nell'acquisto di terreni per agricoltura e allevamento del bestiame in Paraguay, ma anche per l'Argentina e il Brasile, rende noto l'AISE.

È quanto emerso nella mattinata di presentazione del Progetto Agro Meeting delle Camere di Commercio Italiane dei Paesi del Mercosur. Il Progetto, volto a sostenere gli investimenti italiani in Argentina, Brasile, Paraguay, Uruguay e Venezuela nel settore agroalimentare, è stato presentato dal Coordinatore Massimo Bortoletto, Segretario Generale della Camera di Commercio Italiana del Paraguay, nel contesto dell’ultima mattinata di lavori della XVIII Convention mondiale delle Camere di Commercio Italiane all’Estero.

"I termini d'investimento sono decisamente competitivi", ha spiegato Bortoletto. "L’azienda che voglia fare agricoltura in Paraguay, Paese quinto produttore di soia, ha la possibilità di acquistare un terreno al costo medio di 2.500 massimo 3.000 dollari l'ettaro; il terreno ha dei livelli di produzione molto alti, nell'arco di quattro anni l’azienda può recuperare completamente il capitale investito". I terreni per l'allevamento del bestiame, inoltre, "hanno prezzi ancora più compressi: andiamo da 50 dollari l'ettaro fino a 1.000 dollari per i terreni che hanno già infrastrutture. L’azienda che voglia comprare un terreno vergine, con 70, massimo 100 dollari l'ettaro acquista un ottimo terreno".



www.agenziaaise.it

OUR SPONSORS

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo