• Curvas do Parque Nacional de Anavilhanas

    Rio delle Amazzoni, Brasile
    Read More
  • Grotta in Brasile

    photo by Ademir Alves
    Read More
  • Pampas, Valdes Peninsula - Argentina

    photo by Cinthia Del Rio
    Read More
  • Rio de Janeiro, Brazil

    photo by Agustin Diaz
    Read More
  • Caffè brasiliano

    photo by Scott Umstattd
    Read More
  • Machu Picchu, Perù

    photo by Scott Umstattd
    Read More
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
Il mercato brasiliano dei centri commerciali chiuderà l'anno in espansione, con una crescita tra il 6% (secondo l' Ibope) e l'11% (secondo l'associazione del settore, Abrasce).

Già da quest'anno, nelle principali capitali saranno consegnate 17 nuove opere. A prima vista, i dati citati potrebbero indurre a conclusioni affrettate, tra cui quella che buona parte delle unità di vendita al consumo avrebbero i giorni contati.

Ma le cose non stanno proprio così, in quanto l'aumento del potere d'acquisto della classe media ha determinato un ritorno al commercio più tradizionale, ossia quello dei dettaglianti su strada. I negozi, i mall e gli outlet resistono e cercano alternative per attirare i commercianti, e soprattutto i clienti.

Secondo dati del Centro di Eccellenza della vendita al dettaglio della FGV-Fondazione Getulio Vargas, si ritiene che a San Paolo, che è il maggior centro di consumi del paese, i principali centri commerciali si disputino con più di cento vie commerciali l'attenzione dei commercianti e anche dei consumatori.

Malgrado ciò, la maggior parte delle strade commerciali resiste, anzi, le più popolari crescono. Un buon esempio di questo tipo di commercio è rappresentato dalla Hering, che, pur avendo il 76% della rete vendita presso i centri commerciali, entro il 2011 vedrà ben il 35% della propria espansione avvenire tramite i negozi tradizionali. I principali vantaggi di questo tipo di commercio sono rappresentati dal minor costo dei locali commerciali, dal personale più flessibile e da un minore investimento. I negozi della Hering che sono situati nelle strade rappresentano il 51% delle vendite fuori dai centri commerciali. Dei 10 suoi maggiori centri vendita, ben 7 sono localizzati nelle strade.
Lo stesso scenario si presenta anche per i Magazzini Marisa, la cui rete possiede il 53% dei propri negozi nelle strade e il 47% presso i centri commerciali. Per il gruppo commerciale, i profitti dei due tipi di vendita sono più o meno gli stessi, ossia, mentre nei centri commerciali c'è maggior passaggio di persone (quindi maggiori vendite), nei negozi sulla strada si hanno minori spese. Per alcuni segmenti, il commercio su strada rappresenta un'importanza ancora maggiore, come quello food, con un 55,7% di potenziale di consumo tra i consumatori con reddito familiare fino a mille euro, che sono quelli che frequentano di meno i centri commerciali.

La stessa classe sociale privilegia il commercio su strada anche per altri settori: gas domestico (71,8%), elettrodomestici (52,8%), farmaceutica (53,9%) e abbigliamento (50%).
Secondo uno studio realizzato dalla ECD, un'agenzia di consulenza specializzata nel fast food, nei prossimi anni dovrà essere molto evidente questa forte migrazione dei punti di ristorazione dai centri commerciali alle strade commerciali. Sempre secondo i dati dello studio, nel 2006 il 56,8% dei punti di ristoro era localizzato nei centri commerciali e il 33,4% nelle strade.

Nel 2008, le percentuali sono state rispettivamente del 51,8% e del 39%. C'è quindi un'inversione di tendenza, e si prevede anche che già entro il 2010, il 39% dei punti di ristoro saranno localizzati nei centri commerciali, mentre il 55,6% nelle strade.
Le difficoltà incontrate dai commercianti che intendono avviare un'attività in una strada commerciale sono la sicurezza, le infrastrutture e la comodità, aspetti che sono garantiti nei centri commerciali.

Attualmente, grazie al Programma di Riqualificazione delle Strade Commerciali, il comune di San Paolo sta ottenendo dei buoni risultati nel facilitare l’avviamento di attività commerciali nelle strade.

 

Fonte: www.ice.it - by Roberto Rais

OUR SPONSORS

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo