• Curvas do Parque Nacional de Anavilhanas

    Rio delle Amazzoni, Brasile
    Read More
  • Machu Picchu, Perù

    photo by Scott Umstattd
    Read More
  • Caffè brasiliano

    photo by Scott Umstattd
    Read More
  • Rio de Janeiro, Brazil

    photo by Agustin Diaz
    Read More
  • Grotta in Brasile

    photo by Ademir Alves
    Read More
  • Pampas, Valdes Peninsula - Argentina

    photo by Cinthia Del Rio
    Read More
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
L’industria della bellezza fa registrare cifre da capogiro in Brasile. Il settore, che già di per sé occupa un posto rilevante nell’economia locale, è in continua ascesa e si configura tra quelli che hanno sperimentato una più rapida crescita negli ultimi anni: secondo Euromonitor, il Paese sudamericano attualmente occupa il terzo posto al mondo per consumo di prodotti di bellezza, dopo Stati Uniti e Giappone. In base ai dati forniti da Anabel (Associazione Nazionale del Commercio di Articoli di Igiene Personale e Prodotti di Bellezza), dal 2005 al 2010 il numero dei saloni di bellezza in Brasile è aumentato da 309.000 a 550.000 unità, con un incremento del 78%, e il numero di lavoratori del settore ha seguito la stessa linea di crescita, passando da 1.2 a 2.2 milioni di persone, nello stesso periodo indicato.

Complessivamente, si tratta di un mercato in grado di generare un turnover pari a 43.000 milioni di USD, la cui crescita negli ultimi cinque anni è stata a dir poco spettacolare, ovvero del 142% (rispetto al 40% del Giappone e al 7.3% degli Stati Uniti): nello specifico, sono da evidenziare le performance di prodotti per la depilazione (+299%), cosmetici (+281%), creme solari e abbronzanti (+230%).

Rio de Janeiro è la città che riflette maggiormente il dinamismo del comparto: è stato calcolato che nel 2010 e nel 2011 sono stati inaugurati rispettivamente quasi 4.000 e 6.000 nuovi saloni di bellezza. Secondo la Federazione del Commercio dello Stato di Rio de Janeiro, nello Stato si registra la presenza di circa 20.000 saloni, che impiegano il 30% dei lavoratori del settore.

Octagona.com

OUR SPONSORS

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo